Tag Archives: Analisi

Profondo Rosso – Anatomia di un capolavoro

Ognuno di noi, anche il più incallito dei cinefili ha sulla coscienza un film che tutti considerano imprescindibile ma che per un motivo o per l’altro non sono mai riusciti a vedere. Fino a qualche giorno fa uno dei miei segreti inconfessabili era Profondo Rosso di Dario Argento. Non ho scusanti per non averlo visto fino ad ora, ma una parziale giustificazione è quella che onestamente sapevo mi sarebbe piaciuto e non volevo privarmi troppo presto del piacere della prima visone. (ha senso?)
Be’ che dire… WOW! Si è vero, me lo aspettavo bello, ma non così!

Continue reading Profondo Rosso – Anatomia di un capolavoro

Il miglior “war movie” della storia

Qualche giorno fa sulla nostra pagina Facebook è partito un sondaggio riguardante quale fosse il miglior Film di Guerra della storia (commedie incluse). Devo essere sincero, sono rimasto piacevolmente sorpreso dalla grande varietà di titoli elencati. Tuttavia, tra le decine di commenti, nessuno aveva citato quello che io considero il migliore in assoluto. “La grande guerra” di Mario Monicelli. 

Badate bene, non il migliore dal punto di vista tecnico o narrativo, ma il migliore che un italiano possa mai guardare.

La guerra non è altro che un lungo ozio senza un minuto di riposo. Click To Tweet

Continue reading Il miglior “war movie” della storia

Silence – Il film che ogni credente dovrebbe vedere

Silence_PosterFilm_ScorseseXVII secolo, l’opera missionaria cristiana si è spinta fino all’estremo oriente, una terra dominata dal misticismo e dalla forza del buddismo. Dopo i primi anni di successo le missioni cominciano a venir viste come un pericolo per le comunità e cominceranno a venire perseguitate dai potenti.

Uno di questi missionari è Padre Ferreira (Liam Neeson) il quale, nelle sue lettere, racconta ai suoi discepoli Padre Sebastiao (Andrew Garfield) e Padre Francisco (Adam Driver)  e delle terribili atrocità subite dai cristiani in terra nipponica. Non ricevendo più notizie dal proprio mentore e non credendo alle voci di una sua possibile conversione al buddismo, i due giovani preti partono decisi di ritrovare la persona a loro più cara.

Io prego ma sono sperduto. Alla mia preghiera risponde il silenzio. Click To Tweet

Continue reading Silence – Il film che ogni credente dovrebbe vedere

Smetto Quando Voglio: Il riscatto dei laureati

201504271946201504241810Smetto-quando-voglioVoi siete le migliori menti in circolazione e vivete ai margini della società

 

 

“Smetto Quando Voglio” è un film del 2014, primo lungometraggio dell’esordiente Sydney Sibilia che racconta la storia di Pietro Zinni, interpretato da Edoardo Leo, e di altri sei ricercatori universitari italiani precari, che si ritrovano a fare un lavoro che non li aggrada, frustrati e insoddisfatti delle loro vite, cercheranno una via di fuga alternativa e un riscatto per i loro studi non corrisposti adeguatamente. Continue reading Smetto Quando Voglio: Il riscatto dei laureati

Zootropolis | Un “Cartone” Di Spessore |

414a1d0e33b35c27afdcd7e370fdd172

Mia cara, ci saremo pure evoluti, ma rimaniamo comunque animali Click To Tweet

 

 

 

Ieri sera mi sono imbattuta, un po’ scetticamente, nell’ultimo film di animazione firmato Disney: “Zootropolis”

Devo ammettere che mi ha meravigliosamente sorpreso. In questi ultimi anni la Disney ha saputo riprendere in mano le sue carte e giocarle al meglio.


Il film è ambientato in questa metropoli che ricorda una New York dai tratti futuristici, nella quale ogni sogno può diventare realtà. Anche quello di una coniglietta di nome Judy ( Judy non deludi, come viene soprannominata dai suoi genitori), che fin dall’età di 9 anni desidera ardentemente diventare una poliziotta. Quando parte dalla sua campagna per arrivare a Zootropolis però, le cose non vanno come previsto, e si ritrova a dover fare i conti con chi, come il capo della polizia, non crede che una coniglietta possa diventare poliziotto e le assegna l’incarico di ausiliario del traffico. Sarà così che incontrerà Nick Wilde, una volpe dalla parlantina vivace, a mio avviso uno dei personaggi più riusciti del film, che con la sua scettica ironia dac98adbd77bcb15e50e503ba5817897la aiuterà a risolvere il mistero dei 14 animali scomparsi. Nick fa e si comporta esattamente come tutti vorrebbero si comportasse : come una volpe scaltra, di cui non ci si può fidare : “Se per il mondo la volpe non è altro che una creatura disonesta, allora non ha senso cercare di essere qualcos’ altro”. Cosa che invece Judy tenta disperatamente di fare secondo la logica “Yes you can”.
Continue reading Zootropolis | Un “Cartone” Di Spessore |