Giro dei Cinema

Giro dei Cinema – Viaggio tra i cinema indipendenti

È la sera del 31 ottobre quando incontro Nicola per la prima volta. Siamo a Pordenone, i bambini travestiti da vampiri scorrazzano per le vie della città e comincia a fare freschetto. Ma chi è Nicola? Cosa ci fa a Pordenone? E Perché ho deciso di incontrarlo?

Nicola è un ragazzo che ha deciso di intraprendere un giro dei cinema indipendenti d’Italia. Al suo fianco in questa avventura c’è Emilia, una studentessa di Milano, che purtroppo è dovuta tornare in patria prima della fine del viaggio.

Pordenone è l’ultima tappa del viaggio e dopo 5.400 km, 46 giorni, 81 esercenti conosciuti, 42 cinema visitati in 34 città (16 regioni), dormito in 19 letti diversi, ricevuto 18 regali, mangiato 4kili e mezzo di biscotti, raccolto 4kg di volantini (solo il necessario!), e riempito 2 quaderni di appunti… è tempo di voltarsi guardare la strada percorsa e tirare i primi bilanci.

#girodeicinema

A post shared by Giro dei cinema (@girodeicinema) on

Prima di cominciare la chiaccherata mi fermo un attimo a guardare Nicola: è un ragazzo magro e alto, si vede che è stanco, ma si percepisce anche la voglia che ha di condividere la sua esperienza.

Ciao, Nicola! Raccontaci un po’ la tua/vostra storia e come è nato questo progetto?

Io vengo da un’esperienza di tre anni in Fracia dove ho lavorato in un cinema indipendente in cui mi è stato offerto un contrattto a tempo indeterminato, ma ho voluto prima vedere se in Italia era possibile gestire un cinema. Mi sono dato un anno di tempo e ho deciso di intraprendere questo viaggio per vedere cosa ha da proporre la nostra penisola. Prima di partire ho presentato il progetto allo IULM di Milano. Tra i 200 studenti che erano venuti a sentirmi c’era Emilia che mi ha subito ricontattato chiedendomi la possibilità di affiancarmi nel viaggio.  Siamo partiti il 15 settembre da Milano abbiamo percorso tutta la costa occidentale fino alla Sicilia per poi tornare indietro e arrivare qui a Pordenone dove finisce il nostro viaggio. Io nella vita voglio gestire una sala cinsmatografica e sono partito con l’idea di capire se la mia idea di cinema potesse esser realizzabile o meno nel nostro paese.

Il viaggio è ormai finito: è possibile?

[momento di pausa] Allora, l’idea che ho in mente io non l’ho ancora vista. La mia idea di cinema con due o tre dipendenti a molti volontari. In Francia lavoravo in un cinema con due dipendenti e ottanta volontari; solo così puoi fare una programmazione di qualità con un’adeguata comunicazione, aspetto fondamentale dato che certi film nessuno li conosce. A caldo ti direi che si può fare, poi da vedere “il come” e il “dove”.

Nel tuo cinema cosa proietteresti? 

Intanto io vorrei avere il solo cinema della città. Quindi proiettare film commerciali proporre un’offerta d’essai, così la persona che è venuta a vedersi “Fast and Fourius” si becca il trailer di un regista rumeno (filone che io adoro) e capisce che esiste anche un altro tipo di film. Poi personalemnte mi piace l’intrattenimento di Nolan.

Cinema dei piccoli ✔️ Il cinema più piccolo del mondo dove ritorni bambino

A post shared by Giro dei cinema (@girodeicinema) on

Cos’è che un cinema indipendente deve avere?

Be’ allora deve assolutamente creare un legame forte con il pubblico, ed offrire dei servizi in più. Il vero spettacolo non dev’essere IN sala, ma nel rapporto che si crea con la sala. Tu puoi benissimo andare al cinema e non vedere il film; un pensiero del genere è impossibile da fare in Italia dove siamo per natura tradizionalisti.

…e cosa invece NON DEVE assolutamente avere ?

Ti rispondo con un particolare, ma che racchiude un forte senso d’insieme. Quando vai al cinema chi ti vende i biglietti non deve stare dietro ad un vetro. Il cinema, dicevo, deve creare un contatto tra lo spettatore e chi propone l’offerta culturale, non relegare lo spettatore a mero cliente.

Quindi disapprovi la scelta del circuito UCI – Cinemas di sostituire i biglietti con gli scontrini. 

No comment. [ride]

Avete percorso tutto il nostro paese, ma ci sono delle grosse differenzze tra Nord e Sud in materia di Cinema indipendenti?

Senza dubbio il Nord è più dinamico. Al Sud è stato davvero difficile trovare 2/3 realtà nella stessa regione, certi sono bellissimi, ma sono pochi.

giro di cinema
Cinema Hart di Napoli

Ad un giovane intraprendente che volesse aprire una sala cinematorafica quale consigli gli daresti?

Di farlo ora! Lo Stato per i prossimi tre anni stanzierà decine di migliaia di euro per le nuove sale cinematografiche. Io sono un sostenitore dei cinema associativi: gestiti da un’associazione con dei volontari. Trovare un’amministrazione comunale che ci creda e sostenga il progetto.  E’ essenziale analizzare bene la situazione e dividere bene i compiti. Si deve portare un progetto sociale forte da proporre al comune. E’ l’unico modo.

Hai detto che avete conosciuto più di 80 esercenti… ma che tipo è chi gestisce una sala cinematografica?

Il più delle volte è un pazzo. Nel senso buono del termine eh. [ride] Io non sono un vero e roprio fan dell normalità, ma se portato fuori dal loro contesto, davvero, è unapersone fuori dalla quotidianità. Citando uno di loro posso dirti: “chi ama i film è un malato! chi ha un cinema è davvero un pazzo! Click To Tweet“. Tutte persone interessantissime con cui si fa fatica a non legare.

Avete fatto più di 5000 km, qual è la difficoltà magggiore che avete incontrato?

I parcheggi, sono un incubo! [ride]

Prossimi progetti?

A breve termine io e Emilia dobbiamo metteerci e redigere le schede di ogni cinema che abbiamo visitato, poi lavoreremo per produrre qualcosa di tangibile come un libro da vendere alle associazioni di categoria.
Personalmente, come dicevo, mi sono dato un anno di tempo per trovare un lavoro e capire se l’idea di cinema che ho in mente è fattibile in Italia, altrimenti tornerò in Francia stabilmente portando comunque nel cuore questa esperienza.

giro dei cinema

Per una persona come me che è da sempre stata affascinata dai cienma cittadini, quelli con un’anima e con una storia conoscere Nicola è stato come incontrare un vecchio amico. E’ stato bello sapere che ci sono ancora giovani intraprendenti che amano il cinema.  Se volete sostenere il progetto di Nicola e Emilia qui trovate la loro pagina facebook e il canale per fare donazioni e anche tutta la lista dei cinema che, se capite in qualche città visitata, non potete fare a meno di visitare!

21271104_342171956226127_3375135828235610757_n

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *