landscape-1472645530-sherlock-two-shot

Sherlock – La serie perfetta?

Che “Sherlock” sia o meno la serie perfetta, credo sia  una domanda lecita. Ok, è una cosa molto soggettiva, però come serie tv la trovo incredibilmente ben fatta e molto innovativa. Ma andiamo con ordine…

La figura di Sherlock Holmes è una delle più famose dell’intero panorama letterario mondiale di ogni epoca. Il detective creato dalla sapiente penna di sir Arthur Conan Doyle è stato, nel corso degli anni, fonte di innumerevoli rivisitazioni di ogni tipo. Poliziotti, ispettori e perfino medici (Dr House) dalle sembianze riconducibili al inquilino del 221D di Baker Street hanno intasato le nostre TV per anni; “Sherlock” è quasi una di queste.

Siete tutti così distratti, è bello non essere me. Deve essere rilassante. Click To Tweet

“Sherlock” è una serie atipica, composta da 4 stagioni da tre episodi, ciascuno di un’ora e mezza.  Primo episodio uscito nel 2010 e ultimo nel 2017. La durata e la struttura degli episodi ne fanno una vera e propria serie di film!

Ed è proprio per questo che da un mio punto di vista è la serie perfetta. Lo confesso: non sono un’amante delle serie Tv, dal momento che non riesco a focalizzare l’attenzione troppo a lungo su di una storia e il risultato è una progressiva perdita di interesse con l’andare delle puntate. Qui non  accaduto!

recflash sherlock recensione

1.Personaggi:

 Sherlock Holmes: è interpretato da un ENORME Benedict Cumberbatch. Si vede proprio come la sua lettura del personaggio diventi sempre più intensa e approfondita con l’andare delle puntate. Secondo me il suo ruolo migliore.

Dr Watson: nel romanzo di Conan Doyle è il protagonista, qui è a tutti gli effetti un co-protagonista. Freeman è adorabile nei panni del medico che non ha ancora superato i traumi della guerra e che trova in Holmes la sua bizzarra ancora di salvezza.

Moriarty: Sarò sincero: me lo aspettavo più presente nel corso della serie, ma quando c’è… be’ è il personaggio migliore della serie.

Mrs Hadderson: Per lei le parole non servono, solo tanto amore.

Mary Watson: Controverso e sempre sfuggente, non rimane un’immagine chiara nella mente dello spettatore; è forse il personaggio meno riuscito della serie ma che è comunque utile per la trama.

Sherlock GIF - Find & Share on GIPHY

 

2. Punti TOP

La sceneggiatura: Gatiss  e Moffat hanno fatto un lavoro mastodontico, a tratti è quasi incredibile la perfezione dei dialoghi e degli entusiasmanti ragionamenti deduttivi che non ti danno un attimo di tregua.

Recitazione:il cast è veramente un Dream Team. Ognuno è al posto giusto e da un ottima prova di se. Mai un eccesso o sbavatura, in perfetto stile British. L’armonia dei personaggi è totale!

Struttura: Diciamolo! È  ora di finirla con queste serie che non finiscono mai. Una nuova era è cominciata.

Humour + Tensione: Se è vero che ci sono solo alcune puntate in cui si ride di gusto, è innegabile che in ogni singolo episodio si rimane incollati con l’attack allo schermo!

3. Punti Flop.

Trama: non è un vero e proprio punto flop. Di per se la trama è gestita in modo inappuntabile, soprattutto da un punto di vista emozionale. Il problema è che lascia davvero troppi punti di domanda senza risposta, almeno ad una prima visione.

Bbc GIF - Find & Share on GIPHY

4. Puntate imperdibili:

The Hounds of Baskerville” –  “The Sign of Three” – “The Lying Detective”

Considerazioni Finali: è l’unica serie tv che ho voglia di rivedere dall’inizio alla fine. Oltre che ad essere un ottimo prodotto d’intrattenimento è anche un fantastico adattamento cinematografico. Mi sembra di sentirli gli applausi soddisfatti di Sir Arthur Conan Doyle provenineti fondo della sala…

Voto :9+

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *