coverlg_home

Smetto Quando Voglio Masterclass – La Suicide Squad Italiana

recensione flash recflashDopo aver cercato fortuna con la vendita di droga sintetica ancora legale, i membri della “banda dei ricercatori”sono obbligati a scontare la pena dei loro crimini. Tuttavia l’unico a assumesi la colpa è il professor Pietro Zinni (Edoardo Leo) ed è anche il solo a finire dietro le sbarre, ma forse c’è una via di uscita. Greta Scarano interpreta il commissario che ha il compito di individuare le nuove sostanze ancora legali, segnalarle e renderle illegali; è un compito arduo…ma la giovane carabiniere è  ambiziosa e pronta a tutto.

Reggeteve.. Click To Tweet

Secondo imperdibile episodio della trilogia di Sydney Sibilia, racconta una nuova avventura della banda dei ricercatori capitanata da un ispiratissimo Edoardo Leo sempre più volto di una commedia italiana che vuole cambiare. La pellicola in alcuni tratti sembra una rivisitazione di “Suicide Squad” e si pone come una parodia notevolmente migliore dell’originale.  La fotografia giallo/verde si perfeziona e rende indimenticabili i colpi geniali del giovane regista rivelazione Sibilia. In uno stupefacente turbinio di citazioni e rallenty fanno impennare il livello di intrattenimento di un film destinato a innovare per sempre un genere in cui l’Italia è sempre fin troppo tradizionalista. Incredibile anche la caratterizzazione dei personaggi: esilaranti e  complementari componenti di una reazione in cui spicca la perfetta chimica delle parti.  Le chicche scientifiche e antropologiche rendono ancora più divertenti alcuni aspetti di totale follia di una trama originale che, nella sua epicità, non lascia un attimo di respiro. Smetto quando voglio, ma un film del genere vorrei non smettesse mai: intelligente, INTRATTENIMENTO PURO.

Voto: 8.5

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *