recflash lui è tornato

Lui è tornato – Una (s)tragicommedia per riflettere

lui è tornato recflashCosa succederebbe se Hitler venisse catapultato nella Germania odierna direttamente dal aprile del 1945? Sarebbe possibile per lui ambientarsi in un mondo così diverso da come lo ha lasciato e riaffermarsi politicamente? La popolazione riconoscerebbe in lui il dittatore che mise in ginocchio il mondo o comincerà a seguirlo come se il passato non fosse mai…passato?

 

Crede che io sia un mostro? Lo erano quelli che mi hanno votato? No, erano persone comuni che hanno… Click To Tweet

Queste sono le domande che si era posto Timur Vermers nel suo romanzo satirico sul quale è basato questo film. Pur non essendo un’idea originale il regista sfrutta appieno le potenzialità di cui dispone e costruisce un finto documentario di rilevanza incredibile. La cosa sconcertante è che per gran parte del film Hitler (si HITLER!) non risulta del tutto antipatico agli occhi dello spettatore, anzi!
Questo per far capire come anche le peggiori situazioni possono sembrare “accettabili” non guardate a posteriori. Gli originali meccanismi narrativi sono  inaspettati e sempre in grado di tenere il ritmo adeguato per sostenere un film del genere. Gli eisodi sono di una satira talmente affilata che si insinua nella mente silenziosa per poi gelarti il sangue quando finalmente ne cogli il doppio significato; emblematico l’episodio del cane.  Molte scene del film sono del tutto improvvisate, come le reazioni della folla alla vista del dittatore e questo non fa che accrescere il senso di disagio che provoca questa agghiacciante commedia. uno dei migliori film degli ultimi anni.

Voto: 9

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *