anarchia recflash

The Purge – Una trilogia da non sottovalutare

The purge (La notte del giudizio)

Ok, diciamocelo subito senza troppi giri di parole. Il primo è il peggiore!

Quando ci si trova difronte ad una saga o a una trilogia difficilmente è il primo episodio ad essere il peggiore, ma qui è così. L’idea di fondo è abbastanza originale, tenuto conto della ormai proverbiale pochezza di idee nuove che pervade Hollywood, purtroppo con l’idea giusta sono riusciti a fare il film sbagliato.

In una notte in cui tutti si barricano in casa perché nelle strade corrono fiumi di sangue e  sono invase da orde di criminali, anche il film si chiude in tra le quattro mura domestiche e impedisce allo spettatore di assistere agli orrori. Questo risulta essere un punto debole perché, non so voi, ma io questo orrore, unito ad una feroce critica politica e sociale, mi aspettavo dal film.

Altro punto a sfavore sono i personaggi: piatti, mai un’introspezione psicologica, mai un’azione sensata che possa risollevarli da un anonimato ASSOLUTO.

Il punto più alto del film è racchiuso da questa inquadratura:

the-purge recflash

Ora potete fare ameno di vederlo e passare subito al secondo.

Anarichia

Il primo e il secondo non dovrebbero neanche avere lo stesso titolo. Questo è un Film con la F maiuscola. Sembra quasi che al regista del primo, dopo la prima del film, durante il rinfresco, un suo amico, con la bocca piena di tramezzini gli abbia detto : “Si non male come idea, ma io farei vedere quello che accade nelle strade..  no? Un po’ di sangue, un po’ di  crudeltà! Ah si, poi carini gli psicopatici che suonano il campanello, le strade ne saranno invase! Si bella idea, poi quelle maschere sono proprio sfiziose.”
Mi immagino il buon DeMonaco che rimane a bocca aperta, con una tartina in una mano e un bicchiere di vino nell’altra, e si rende conto di quello che ha per le mani (non la tartina! Il film!)

Così nasce “Anarchia”.

Sangue a fiumi, azione, critica sociale e TANTE MASCHERE  danzano a colpi di macete in una fotografia glaciale che non si prende mai troppo sul serio. Una goduria.

Voto: 8

the-purge-anarchy-gangs

The Purge – Election Year  
Il terzo capitolo riprende da dove il secondo ci aveva lasciati: il potere politico (e religioso aggiungerei) è messo in pericolo da una senatrice che corre per la Casa Bianca e vuole a tutti i costi abolire la “Notte del Giudizio”, ovviamente non avrà vita facile.
Election Year mette più in risalto l’aspetto politico del film e contemporaneamente  ne esagera l’aspetto violento, oltre che ad aumentare esponenzialmente il numero delle “maschere sfiziose” (no sul serio, sono tantissime). Lo schema è praticamente identico al film precedente solo che i personaggi parlano troppo e quello che dicono sono per lo più cose imbarazzanti.

Sostanzialmente è riuscito a metà. Ha migliorato il secondo da un punto di vista di “spessore”, ma ha dato più voce ai personaggi, cosa che forse non ha pagato più di tanto.

La fotografia e il tono del film ne fanno comunque godere la visione e devo essere sincero in questi mesi di campagna elettorale “ClintonVSTrupm” mi è tornato in mente più di una volta, anche se nella realtà di ”buoni”…neanche l’ombra!

58301_ppl

Streaming 2 :http://www.altadefinizione01.co/anarchia-la-notte-del-giudizio/
streaming 3 : http://www.cb01.me/la-notte-del-giudizio-election-year-hd-2016/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *