revenant-gallery-19-gallery-image

The Revenat – Quando la tecnica supera la sostanza

2016-06-01-1464777687-8602576-therevenant“La vendetta è nelle mani di Dio”

Nord Dakota, 1823. Glass (Leonardo di Caprio ) e suo figlio Hawk, in quanto conoscitori del territorio, fanno parte di una spedizione di cacciatori come guide incaricate di proteggere gli altri componenti del gruppo da possibili attacchi indiani. Purtroppo gli questi ultimi trovano la spedizione e, decisi a rubar loro le pelli, attaccano gli americani che sono costretti a fuggire tra i boschi mozzafiato delle montagne rocciose.

Fotografia e regia fanno a gara con l’incantevole crudeltà della foresta per aggiudicarsi il ruolo di vero protagonista del film. Leonardo di Caprio rantola, grida, si trascina in una lenta ma inesorabile ricerca della sua personale vendetta in un microcosmo regolato dal ghiaccio e dal fuoco. La trama è vista e rivista, le battute sono prevedibili i personaggi (escluso quello di Tom Hardy) sono piatti e poco empatici. Dal punto di vista tecnico il film è talmente maestoso e maniacale da suscitare un vero e proprio piacere fisico allo sguardo che, però, contrasta con la sfibrante pesantezza di una trama e una scelta narrativa, a mio parere, quasi eccessiva. Conscio di aver visto un film incredibilmente ben fatto sono uscito dalla sala contento…che fosse finito. Il livello del film è comunque alto, ma la tecnica supera di gran lunga la sostanza.

 

Voto: 7

 

guarda il film in streaming in ALTADEFINIZIONE

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *